Il negozio sostenibile: comprare no pack per sostenere l’ambiente

L’idea del negozio sostenibile nasce da un concetto molto semplice: oltre che gestire meglio i rifiuti è essenziale crearne meno e i packaging dei prodotti che si trovano normalmente sugli scaffali dei negozi, rappresentano una grossa parte dei nostri rifiuti. Per questo il PIT Rifiuti si pone l’obiettivo di sviluppare un prototipo di attività commerciale gestita con criteri di sostenibilità ambientale.

Un negozio dove sia possibile la vendita di prodotti alimentari sfusi, ossia no packaging, che dia priorità a prodotti biologici o comunque provenienti da realtà eticamente sostenibili. Il risparmio ottenuto da una filiera corta e dalla riduzione degli imballaggi, che incidono fortemente sul prezzo finale del prodotto, rappresenterà un motivo in più per avvicinare la popolazione a questo nuovo approccio alla vendita.

Protocolli di controllo e certificazioni riconosciute garantiranno al cliente la qualità dei prodotti venduti no packaging e quindi non identificabili con marchi conosciuti.  Parlare di negozi sostenibili vuol dire anche tornare ad un sistema di negozi cosiddetto “di vicinato”, che sono di per sé amici dell’ambiente. Sono infatti raggiungibili senza l’auto, permettono di acquistare piccole quantità di prodotti ritagliate sui bisogni reali, confezionati in modo “leggero”, facilmente trasportabili e normalmente sono negozi che si approvvigionano principalmente da produttori a km 0. I negozi sostenibili danno inoltre una nuova vita ai quartieri cittadini ed ai paesi, offrono un servizio e ricreano luoghi d’incontro riappropriandosi di una funzione ormai decentralizzata e delegata ai centri commerciali. Nel negozio sostenibile è prevista anche una parte dedicata a prodotti (borse, contenitori e altri oggetti) ricavati dal riutilizzo di materiali di scarto aziendale anche creati da cooperative che lavorano con gruppi disagiati (detenuti, comunità di recupero, ecc.).

Questo progetto sarà infine utile per creare linee guida da applicare ad esercizi commerciali esistenti per renderli a loro volta sostenibili e farli quindi entrare in una “green map” di negozi attenti all’ambiente.

di Donatella Rendine

Annunci

Tag:, , , , , , ,

5 responses to “Il negozio sostenibile: comprare no pack per sostenere l’ambiente”

  1. osservo says :

    interessantissimo. Ma si vedranno per davvero nelle nostre città?

    • socialpuzzle says :

      questi tipi di negozi si chiamano negozi green o negozi leggeri ed in Italia esistono soprattutto nelle città come Torino e Milano, tuttavia spero fermamente che possano svilupparsi anche al sud.

  2. Alice's says :

    Qualche tempo fa al programma Alle falde del kilimangiaro c’era la conduttrice, Licia Colò che disquisiva sulla quantità di imballaggio che viene utilizzata per proteggere o semplicemente “abbellire” le cose che stanno sugli scaffali per essere comprate nei supermercati e che apena giunti a casa, buttiamo direttamente nell’immondizia.

    Allora insegnava dalla tv, che per inquinare di meno, occorre imparare a dividere, nella raccolta differenziata, di tutti i materiali utilizzati e come in Germania ci siano già negozi in cui si può farlo direttamente nel negozio, per finire a portare a casa solo quello che ci serve e non tutto l’involucro.

    La domanda mi venne spontanea: e se ci vendessero davvero solo quello che siamo andati a comprare?
    ovvero, se voglio prendere dei pomodori, voglio solo i pomodori e non i pomodori con la vaschetta, il celophan e la busta.. mi pare così logico..

    ciao
    Alice’s

    • socialpuzzle says :

      Infatti sarebbe davvero meglio se comprassimo solo quello di cui abbiamo bisogno evitando sprechi e rifiuti di materiale…la Germania è una delle poche nazioni davvero attente alla tutela ambientale, pensa che quando comprano la birra, riportano al negoziante le bottiglie di vetro che quest’ultimo può riutilizzare invece di buttarle.

  3. Enrico says :

    il no pack non è l’unica soluzione, per esempio ho trovato un’iniziativa molto interessante volta alla promozione dell’utilizzo del packaging sostenibile da parte delle aziende, è il club carta e cartoni. vi lascio il link se siete interessati http://www.clubcartaecartoni.org/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: